Nuovo anno

Quest’anno sarà un anno diverso, sarà un anno migliore; almeno per me e per la mia famiglia. Quest’anno sarà tutto più semplice. Ogni cosa della mia vita lo sarà. Quest’anno sarà tutto più istintivo e sarò un cane sciolto, o randagio, come dice il grande Daido. Quest’anno farò solo quello che amo, solo quello che mi va, solo quello che sento mio, quello che sento vicino. Che piaccia o non piaccia al mondo, poco importa, deve piacere a me.

In the street

#streetphotography #Milan #Italy ©️andreatognoli

A volte, passeggiando per le strade di una città, non posso fare a meno di notare dei dei particolari, una ragazza che sorride, la complicità che esprimono gli atteggiamenti di due amiche, il sole basso d’inverno, il rumore del tram che passa accanto. Tutti questi elementi si fondono e finiscono dentro all’immagine che il clic fissa sul sensore. Quando poi rivedo l’immagine che ne risulta mi sembra quasi di risentire il profumo di panzerotti che usciva dalla panetteria lì accanto. Questa è una delle cose che amo della fotografia, il suo potere evocativo, la sua capacità di stimolare la memoria fino a farti ricordare i rumori e gli odori che in quel preciso momento componevano la melodia di quell’attimo.

SHOSHIN 初診

Il primo carattere significa “inizio”, il secondo significa “cuore” . Shoshin è “il cuore del principiante”, quell’atteggiamento di completa attenzione ma anche mancanza di pregiudizi tipico di quando iniziamo qualcosa di nuovo. Avete presente quando l’energia e la voglia di fare si mescolano alla paura di sbagliare e a quell’impaziente curiosità di capire come va a finire? Questo è il senso di “Shoshin”.