Giochi estivi … (per fotografi)

D’estate, in vacanza, al mare; mi trovo spesso nella condizione mentale ideale per giocare, per divertirmi, per sperimentare cose nuove o ripercorrere vecchi percorsi che da tempo giacciono  in qualche cassetto del  cervello ed è bello riesumarli. Mi sono divertito  giocando con flash, movimento e tempi un po’ più lunghi del normale ..

DSCF1354
Ho messo a fuoco da lontano, mi sono avvicinato e mentre mi allontanavo velocemente ho scattato la foto con il flash della compatta con l’opzione Slow Sync attiva.
DSCF1353
Ho messo a fuoco da vicino, mi sono allontanato e ho scattato la foto mentre mi riavvicinavo velocemente, sempre con il flash in Slow Sync
DSCF1350
Dopo aver messo a fuoco ho scattato con il flash in Slow Sync ruotando la fotocamera sull’asse dell’ottica

Si esagera con i controluce sempre sfruttando il flash della piccola compatta.

DSCF1393 DSCF1400

E infine si gioca con le doppie esposizioni, che tanti anni fa erano richiestissime dagli sposi. All’inizio si facevano in camera oscura; si componevano i famosi sandwich sovrapponendo due negativi e poi via in camera oscura con qualche accorgimento in mascheratura per ottimizzare la qualità finale della stampa. Poi con l’esperienza si faceva tutto direttamente in ripresa ricaricando la reflex tenendo premuto un pulsantino che sganciava dal meccanismo di ricarica il tamburo di riavvolgimento della pellicola. Oggi la maggior parte delle fotocamere digitali hanno la funzione MultiExpos che permette di fare la stessa cosa.

DSCF1441
Per chi non l’avesse capito siamo stati in Grecia.
DSCF1442
Stessa foto rifatta con un punto di vista diverso sia per la bandiera che per il soggetto
DSCF1444
Il bagnasciuga prima e il ritratto poi
DSCF1449
Madre e figlia hanno lo stesso profilo
DSCF1450
Prima il cielo blu con qualche nuvola e poi il ritratto
DSCF1503
Fino a spingersi al limite …

L’estate continua e anche la voglia di divertirsi, di sperimentare, di giocare.

Per chi fosse interessato anche alla fotocamera, queste foto sono state realizzate con Fujifilm XQ1, la mia minchietta da taschino. La XQ1 è una compatta di fascia alta, con un’ottica particolarmente luminosa e di elevata qualità (F1,8). Mi trovo molto bene, soprattutto per la sua dimensione e peso ridotti pur essendo di ottima qualità. Ha diverse funzioni interessanti tra cui la “simulazione pellicola” che predisposta i settaggi in modo che le foto assumano un aspetto del tutto simile alle famose pellicole Fuji. Io adoro la Velvia.

xq1

 

Fotografare i bambini. (tutorial pills N.4)

Fotografare i bambini è davvero uno spasso, ma può diventare anche un incubo. Ognuno ha il suo approccio con loro, che deve essere comunque il più spontaneo possibile perchè i bambini hanno un sesto senso nel percepire le “forzature” ed in genere le rifiutano ed ecco che il tutto si trasforma davvero in un incubo. Provo a dare due o tre consigli su come fotografare i bambini, alcuni “tecnici” e altri un po’ meno.

Fotografate i bambini dalla loro altezza, non rimanendo in piedi. La loro espressione, i loro sorrisi e i loro atteggiamenti si colgono meglio dalla loro stessa altezza. Almeno che vogliate esasperare le prospettive e fotografarli molto dal basso o molto dall’alto. In questo caso possono nascere visioni insolite e molto interessanti.

Non cercate di far fare qualcosa ai bambini, non lo faranno mai. Cercate di giocare con loro e di assecondare i loro atteggiamenti, i loro comportamenti e i loro giochi, bisogna giocare con loro perchè tutto appaia spontaneo e naturale.

Usate tempi di scatto piuttosto rapidi perchè i bambini non stanno mi fermi e una foto mossa è una foto mossa, non c’è “scatto artistico” che tenga. Se invece volete cogliere il movimento, la loro dinamica allora fatelo come si deve usate dei tempi lunghi, ma bloccate il loro movimento con un colpettino di flash, magari sincronizzato sulla seconda tendina, così la scia finisce dietro al movimento, non davanti.

Non usate se possibile il flash in modo diretto, ma fatelo rimbalzare da qualche parte per diffondere la luce e se possibile ancora meglio usare un flash staccato dalla macchina, simulando una luce più naturale.

Last but not least : divertitevi con i bambini e vedrete che fotografarli diventerà la vostra passione.

Rock&Roll
Rock&Roll
Sorriso
Sorriso

Per ulteriori dettagli posta le tue domande nello spazio per i commenti o mandami un mail andrea@andreatognoli.it, sarò felice di esserti d’aiuto.

STAY TUNED

www.andreatognoli.it

Il flash anche di giorno ? (tutorial pills N.3)

Il flash con questo sole ? Eh già ! Perché il flash non serve solo per le foto al buio. Avete mai notato quelle belle foto fatte con il sole che illumina bene il viso del vostro soggetto, di una splendida luce che proviene dall’alto, leggermente di lato ? Belle vero ? Si … peccato che il naso fa quell’ombra orrenda che lo fa sembrare un pilone e da al viso quel non so che di … spettrale ! Ecco quando si usa il flash!!! Un colpettino di flash ed ecco che magicamente l’ombra del nasone sparisce.

E non avete mai visto quelle belle foto scattate dal basso, nelle quali il soggetto sembra un bronzo di Riace che si staglia sul cielo azzurro, con quel bellissimo raggio di sole che fa risaltare la folta bionda chioma ?  Peccato che l’unica cosa chiara è il cielo che sta dietro e il vostro soggetto compare come una scurissima ombra (vedi controluce pill N.2). Ecco un’altra occasione in cui una bella bottarella di flash vi risolve il problema.

Visto che il flash è utile anche di giorno !?!!!

Per ulteriori dettagli posta le tue domande nello spazio per i commenti o mandami un mail andrea@andreatognoli.it, sarò felice di esserti d’aiuto.

Nella prossima pillola un paio di consigli per fotografare i bambini.

STAY TUNED

www.andreatognoli.it